DILECTI AMICI PDF

The feed permanently redirected to another series. But whoever carefully reads these words of the Gospel must feel how deep is the antithesis between good and evil, between virtue and sin. Man needs this loving look. You must also rethink-and very profoundly-the meaning of Baptism and Confirmation. These questions precisely show the dynamism of the development of the human personality, the dynamism which is proper to your age.

Author:Megor Yozshugore
Country:Denmark
Language:English (Spanish)
Genre:Spiritual
Published (Last):28 November 2018
Pages:281
PDF File Size:12.58 Mb
ePub File Size:20.83 Mb
ISBN:138-4-74503-422-8
Downloads:54931
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Akinobei



Cari Amici! Cristo parla con i giovani 2. Ma la conversazione non finisce qui. Al tempo stesso, tutti gli elementi della descrizione e tutte le parole, dette in quella conversazione da ambedue le parti, hanno un significato quanto mai essenziale, possiedono un loro peso specifico.

Esse sono davvero importanti per i giovani. Senza dubbio questa frase si riferisce ai beni materiali, dei quali quel giovane era proprietario o erede. Occorre parlarne separatamente. Nello stesso tempo, tali decisioni hanno non poca importanza sociale. Che cosa devo fare? Essa deve avere un peso specifico e definitivo. E quanti di questi giovani si trovano in mezzo alla grande moltitudine dei giovani nel mondo intero!

A chi dobbiamo chiedere questo? A chi essi devono porre questo interrogativo essenziale? Cristo risponde al suo giovane interlocutore nel Vangelo. Il male si presenta come bene e il bene viene squalificato.

Esso erompe dal cuore stesso delle ricchezze e delle inquietudini, legate a quel progetto di vita che si deve assumere e realizzare. Questa schiude davanti a voi diverse prospettive, vi offre come compito il progetto di tutta la vita. La domanda sulla vita eterna… 5. Noi pensiamo prima di tutto in categorie terrene. Ogni altra domanda sul senso e sul valore della nostra vita sarebbe, di fronte a Cristo, insufficiente e non essenziale.

Il Vangelo, che egli annunciava con la sua voce, viene definitivamente sigillato con la Croce e con la Risurrezione nel mistero pasquale. Devi deciderti a fare la domanda sulla vita eterna. Voi dovete trovare il coraggio anche di porla come il giovane del Vangelo. La morte sembra essere lontana dalla giovinezza.

Tocchiamo qui problemi di somma importanza per la vostra giovinezza e per quel progetto di vita, che da essa emerge. Cari giovani amici! Cristo vi interroga circa lo stato della vostra consapevolezza morale, e vi interroga, al tempo stesso, circa lo stato delle vostre coscienze.

Quanto in questo campo dipende da ciascuna e da ciascuno di voi! Quanto ardentemente auguro a ciascuno di voi che la strada della vostra vita, finora percorsa, coincida similmente con la risposta di Cristo! Egli guarda con amore ogni uomo. Il Vangelo lo conferma ad ogni passo. Questo primissimo sguardo del Creatore si rispecchia nello sguardo di Cristo, che accompagna la conversazione col giovane del Vangelo.

Auguro a ciascuno e a ciascuna di voi di scoprire questo sguardo di Cristo e di sperimentarlo fino in fondo. Non so in quale momento della vita. Questa aspirazione si fa sentire in diversi modi, e noi possiamo notarla anche tra gli uomini che sembrano esser lontani dalla nostra religione. In questo nuovo contesto diventa anche comprensibile il programma delle otto Beatitudini con cui si apre il Discorso della montagna nel Vangelo secondo Matteo [52].

In questo momento desidero, tuttavia, parlarvi del particolare significato delle parole, che Cristo disse a quel giovane.

Anche della nostra. E queste parole, specialmente ai nostri tempi, diventano un programma di preghiera e di azione in favore delle vocazioni sacerdotali e religiose. Con questo programma la Chiesa si rivolge a voi, ai giovani.

Anche voi: chiedete! Il progetto di vita e la vocazione cristiana 9. Il tuo piano creativo e paterno? Io desidero compierla. Esaminandole la persona giovane, ragazzo o ragazza, costruisce il suo progetto di vita ed insieme riconosce questo progetto come la vocazione, alla quale Dio la chiama. Desidero, dunque, affidare a voi tutti, giovani destinatari della presente Lettera, questo lavoro meraviglioso, che si collega alla scoperta, davanti a Dio, della rispettiva vocazione di vita.

Il Concilio ha allargato questa visuale. La vocazione sacerdotale e religiosa ha conservato il suo carattere particolare e la sua sacramentale e carismatica importanza nella vita del Popolo di Dio. Bisogna anche che ripensiate — e molto profondamente — al significato del battesimo e della cresima. Su tutto questo mi pronuncio brevemente, anche se ciascuno dei sacramenti della Chiesa ha il suo definito e specifico riferimento alla giovinezza ed ai giovani.

Tutto questo possiede ogni volta la sua irripetibile espressione soggettiva, la sua ricchezza affettiva, la sua bellezza addirittura metafisica. Molto dipende dal fatto che voi, anche su questa via, seguiate il Cristo; che non fuggiate da lui, mentre avete questo problema che giustamente ritenete il grande evento del vostro cuore, un problema che esiste solo in voi e tra voi.

Grazie a questa esperienza ho capito quanto sia essenziale il problema, di cui si tratta qui, quanto esso sia importante e quanto grande. Non permettete che vi sia tolta questa ricchezza! Esse confidano che saprete farlo rinascere; confidano che saprete renderlo bello: umanamente e cristianamente bello.

Umanamente e cristianamente grande, maturo e responsabile. In questo ha la sua parte persino la somiglianza fisica nei riguardi dei genitori. Questo diventa per voi una questione di consapevolezza familiare e, conseguentemente, nazionale: una questione di cuore, una questione di coscienza. Talenti e compiti Auguro a ciascuna e a ciascuno di scoprire se stesso lungo questi itinerari.

Auguro di entrarvi con interesse, con diligenza, con entusiasmo. Dunque, si tratta sempre di una fatica creativa. Penso anche a tutte le persone adulte, miei fratelli e sorelle, che sono i vostri insegnanti, educatori, guide delle giovani menti e dei giovani caratteri. Di formare una mia famiglia in dignitose condizioni di vita e, prima fra tutte, in una casa propria? E che cosa significa essere liberi? E proprio questa costruzione si chiama auto-educazione. Non potete coprirvi gli occhi davanti alle minacce, che vi insidiano durante il periodo della giovinezza.

Anche esse possono imprimere il loro segno su tutta la vita. Intendo alludere, ad esempio, alla tentazione del criticismo esasperato, che vorrebbe tutto discutere e tutto rivedere; o a quella dello scetticismo nei confronti dei valori tradizionali, da cui facilmente si scivola in una sorta di cinismo spregiudicato, quando si tratta di affrontare i problemi del lavoro, della carriera o dello stesso matrimonio. Gravi parole! In questo modo essa acquista la sua propria, irripetibile caratteristica.

Ci arricchisce in modo diretto. Abbiate tempo per questo! Non lo risparmiate! Accettate anche la fatica e lo sforzo che questo contatto a volte comporta, specialmente quando desideriamo raggiungere obiettivi particolarmente rilevanti.

Questa fatica e questo sforzo possiedono anche una loro classificazione biblica, specialmente in san Paolo, il quale paragona tutta la vita cristiana ad una gara nello stadio sportivo [79]. Quante sono le opere che gli uomini hanno compiuto nella storia! Pregate ed imparate a pregare! Aprite i vostri cuori e le vostre coscienze davanti a colui che vi conosce meglio di voi stessi.

Parlate con lui! Approfondite la Parola del Dio vivo, leggendo e meditando la Sacra Scrittura. Sono questi i metodi e i mezzi per avvicinarsi a Dio ed aver contatto con lui. Ricordate che si tratta di un rapporto reciproco. Cercate di vivere in grazia di Dio! La grande sfida del futuro La Chiesa guarda i giovani; anzi, la Chiesa in modo speciale guarda se stessa nei giovani — in voi tutti ed insieme in ciascuna e in ciascuno di voi.

Nella nostra generazione, al termine del secondo Millennio dopo Cristo, anche la Chiesa guarda se stessa nei giovani.

E come la Chiesa guarda se stessa?

HARALAMBOS UVOD U SOCIOLOGIJU PDF

DILECTI AMICI PDF

It is of particular significance also for the Church, as the custodian of fundamental truths and values and at the same time as the minister of the eternal destinies that man the great human family have in God himself. Since man is the fundamental and at the same time the daily way of the Church, 2 it is easy to understand why the Church attributes special importance to the period of youth as a key stage in the life of every human being. You young people are the ones who embody this youth: you are the youth of the nations and societies, the youth of every family and of all humanity; you are also the youth of the Church. We are all looking to you, for all of us, thanks to you, in a certain sense continually become young again. It is a possession of humanity itself. In you there is hope, for you belong to the future, just as the future belongs to you. For hope is always linked to the future; it is the expectation of "future good things".

DISCOVER JAZZ HASSE PDF

Results for 'Dilecti amici'

Cari Amici! Cristo parla con i giovani 2. Ma la conversazione non finisce qui. Al tempo stesso, tutti gli elementi della descrizione e tutte le parole, dette in quella conversazione da ambedue le parti, hanno un significato quanto mai essenziale, possiedono un loro peso specifico. Esse sono davvero importanti per i giovani. Senza dubbio questa frase si riferisce ai beni materiali, dei quali quel giovane era proprietario o erede. Occorre parlarne separatamente.

ADMINISTRACION DE RECURSOS HUMANOS BOHLANDER SNELL PDF

Mataur In short, is it really true that society is expecting my contribution? Man needs this loving look. Again, how can one pass over in silence the temptations caused by the growth, especially in the more prosperous countries, of a type of entertainment business that distracts people from a serious commitment in life and aamici passivity, selfishness and self-isolation? So can we say that their youth too is a interior treasure? Here we are no longer speaking of a simple plan of life that has to be accomplished in the future. In amicii he asked: And it had also impelled him to ask those questions which in the clearest way concern the plan for the whole of life.

LINCOLN QLS 401 PDF

.

Related Articles